Crea sito

 Nei primi giorni di novembre,possiamo  proporre la festa di un santo  con il quale  concludere l’autunno e iniziare l’inverno,ovvero San Martino. Le attività didattiche da organizzare per questa festa possono essere tante: 

Storia della vita del Santo e racconto illustrato della leggenda di San Martino   (Religione)                                            

Preparazione della festa di San Martino con osservazione e degustazione dei frutti autunnali;  libricino sulla scoperta del vino.

Presentazione di proverbi e filastrocche;
lavoretti  e schede inerenti ai contenuti proposti.


 

L'estate di San Martino

L’estate di San Martino si rinnova ogni anno per festeggiare un bell’atto di carità. In effetti, ancora oggi, nella settimana che ricorre San Martino, spesso si assiste ad un breve periodo in cui il clima diventa più mite e si parla di “ estate di San Martino.

Clicca sulle immagini per scaricare le schede

Raccontiamo ai nostri bambini la leggenda di San Martino attraverso la composizione di un cartellone dove illustreremo la storia di San Martino e del poverello.


Per attirare la loro attenzione sul racconto, ho preparato alcune schede sulla storia di San Martino e del suo incontro con il poverello, che sono state incollate sui cartoncini colorati e utilizzate  per  la narrazione della storia. Alla fine del racconto abbiamo rivisto le immagini e insieme le abbiamo commentate.

 

La filastrocca di San Martino

La filastrocca di San Martino è stata scritta sulla foglia dell'uva che i bambini possono colorare insieme alle castagne.

SAN MARTINO


San Martino
divise il suo mantello
per scaldare un poverello!
In una notte fredda e scura
fu gentile e con premura
con la spada lo divise
e il povero gli sorrise!
Dal freddo si scaldò
e quel santo
ringaziò!

 

“L’estate di San Martino…dura tre giorni e un pochino”.

 ESCAPE='HTML'

Come recita un famoso proverbio. “L’estate di San Martino…dura tre giorni e un pochino”. Sono questi 3 giorni e mezzo di clima quasi estivo. Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che solitamente viene abbinato alle prime castagne.                                                                            

«A San Martino ogni mosto diventa vino»

Clicca sull'immagine e vedi come puoi realizzare un libricino sulla storia del vino.

San Martino nel mondo

In Svezia e in Danimarca è tradizione che, per San Martino, si mangi l’oca.

 

 ESCAPE='HTML'

In Germania la festa di San Martino i bambini si vestono in maschera e fanno un'allegra processione con delle lanterne di carta costruite da loro stessi, (vedi qui come costruire le lanterne)  molto colorate e allegre e cantano dei canti tradizionali, alcuni vengono accompagnati da un "S.Martino" a cavallo e, la sera del 10 novembre, fanno un corteo portando in mano dei lumini accesi. Anche loro vanno di casa in casa cantando una canzone e facendosi regalare dolcetti e soldini. È infatti tradizione riunirsi il pomeriggio, quando inizia a fare buio, accendere la propria lanterna appesa all’estremità di un ramo e partecipare alla processione detta Laternenumzug, cantando canzoncine come

lanterne, lanterne, sole, luna e stelle,
date luce a noi, date luce a noi,
questa luce nel Mondo vogliamo portar!"

 

L'11 novembre è la festa di San Martino

 ESCAPE='HTML'

 

L'autunno e l'inverno portano atmosfere da leggenda e molte sono le giornate che potremmo festeggiare con i bambini. Una delle giornate in questione è l'11 novembre: San Martino con la sua estate e le sue lanterne rappresenta il vero inizio del periodo natalizio. Concludiamo questo percorso con una festa dove i bambini saranno ornati con corone autunnali ,offriamo le caldarroste nei cestini di plastica che porteranno a casa insieme al libricino del vino e alla scheda della leggenda di San Martino.

 ESCAPE='HTML'