Crea sito
 ESCAPE='HTML'

Secondo la tradizione italiana la Befana, raffigurata come una donna molto anziana che vola su una logora scopa, fa visita ai bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio (la notte dell'epifania) per riempire le calze lasciate da essi appositamente appese sul camino o vicino a una finestra.
Generalmente, i bambini che durante l'anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli. Al contrario, coloro che si sono comportati male troveranno le calze riempite con del carbone.

 ESCAPE='HTML'

Insieme ai nostri bambini prepariamo una befana con dei semplici tovaglioli di carta

 ESCAPE='HTML'

Scegliamo i colori dei tovaglioli di carta

Per la testa occorre un quadrato di tovagliolo color rosa .Al centro mettiamo un batuffolo di ovatta, chiudiamo con un cordoncino .

Disegniamo con un pennarello il viso e coloriamo i capelli

Per il corpo utilizziamo un quadrato di tovagliolo marrone piegato a triangolo nel quale inseriremo la testa .Fissiamo il tutto con la spillatrice.

Un triangolo di tovagliolo rosso tagliato alla punta con delle frangie sarà lo scialle della Befana

Su di un cartoncino disegniamo e ritagliamo le braccia e le gam,be

Avvolgiamo lo scialle intorno alla testa della Befana,mettiamo le braccia e le gambe con un punto di spillatrice.

La scopa per volare è un bastoncino di legno dove avvolgeremo una striscetta di tovagliolo giallo

Il sacchetto è un quadrato di tovagliolo chiuso in alto,nel  quale possiamo anche mettere una caramella.

La Befana è pronta per volare e portare i doni ai bambini buoni.

Una letterina alla Befana

Alla Befana


Mi hanno detto ,cara Befana,
che tu riempi la calza di lana,
che tutti i bimbi, se stanno buoni,
da te ricevono ricchi doni.
Io buono sono sempre stato
ma un dono mai me l’hai portato.
Anche quest’anno nel calendario
tu passi proprio in perfetto orario,
ma ho paura, poveretto,
che tu viaggi in treno diretto:
un treno che salta tante stazioni
dove ci sono bimbi buoni.
Io questa lettera ti ho mandato
per farti prendere l’accelerato!   

Gianni Rodari

 

 ESCAPE='HTML'

Una poesia sulla Befana

 

Voglio fare un regalo alla Befana

La Befana cara vecchietta,
va all’antica, senza fretta.
Non prende mica l’aeroplano
per volare dal monte al piano,
si fida soltanto, la cara vecchina,
della sua scopa di saggina:
è così che poi succede
che la Befana… non si vede!
Ha fatto tardi fra i nuvoloni,
e molti restano senza doni!
Io quasi, nel mio buon cuore,
vorrei regalarle un micromotore,
perché arrivi dappertutto
col tempo bello o col tempo brutto…
Un po’ di progresso e di velocità
per dare a tutti la felicità!
che fermi a casa d’ogni bambino,
che fermi alle case dei poveretti
con tanti doni e tanti confetti.
Gianni Rodari

 

Una piccola storia sulla Befana

La Befana era già tanto vecchia quando alcune persone le dissero che era nato Gesù.Così decise di andare a visitarlo e portargli qualche dono.Purtroppo non riuscì a trovare la grotta e da allora se va in giro alla ricerca di Gesù e lascia doni a tutti i bambini sperando che uno di loro sia proprio Gesù Bambino.

Vedi anche altre attività sulla Befana